Asprocarne
BARBISAN (ITALIA ZOOTECNICA), DA LORENZIN ANCORA NESSUNA RISPOSTA SU CERTIFICATI SANITARI EXPORT

BARBISAN (ITALIA ZOOTECNICA), DA LORENZIN ANCORA NESSUNA RISPOSTA SU CERTIFICATI SANITARI EXPORT


Non c'e' stata a tutt'oggi ancora nessuna risposta alla lettera inviata dal "Consorzio Italia Zootecnica" al Ministro della salute Beatrice Lorenzin per chiedere di "attivare gli uffici preposti, affinche' vengano negoziati al piu' presto i certificati sanitari d'esportazione di bovini e di carne bovina", rende noto il presidente del Consorzio Fabiano Barbisan.

Per questo motivo, "le nostre aziende di allevamento non possono competere nello scenario internazionale esportando e sono costrette a rinunciare a richieste concrete che, se soddisfatte, migliorerebbero anche il mercato interno della nostra zootecnia bovina da carne", rileva Barbisan, che si chiede "dobbiamo recarci davanti al ministero a protestare per essere considerati? non chiediamo sussidi, solo strumenti per lavorare". "i nostri 'cugini' francesi hanno da tempo tutti i certificati per esportare in ogni dove (extra-eu), mentre noi siamo nelle mani dei dipendenti del Ministero della salute che, purtroppo, non hanno bene in mente cosa significa fare impresa e fare gli interessi dell'economia italiana", rileva ancora Barbisan.

"Dall'Azerbaijan - fa presente il presidente del consorzio - arrivano manifestazioni d'interesse a commercializzare e noi non possiamo nemmeno avviare un minimo di trattativa perche' non abbiamo i certificati sanitari omologati per esportare. Lo stesso dicasi per la Tunisia". Per Barbisan, e' "un'umiliazione per chi fa impresa".

(Fonte: Agrapress)

Top