METEO.IT
           

METEO.IT
 

BARBISAN (ITALIA ZOOTECNICA), DA LORENZIN ANCORA NESSUNA RISPOSTA SU CERTIFICATI SANITARI EXPORT

Non c'e' stata a tutt'oggi ancora nessuna risposta alla lettera inviata dal "Consorzio Italia Zootecnica" al Ministro della salute Beatrice Lorenzin per chiedere di "attivare gli uffici preposti, affinche' vengano negoziati al piu' presto i certificati sanitari d'esportazione di bovini e di carne bovina", rende noto il presidente del Consorzio Fabiano Barbisan.

Per questo motivo, "le nostre aziende di allevamento non possono competere nello scenario internazionale esportando e sono costrette a rinunciare a richieste concrete che, se soddisfatte, migliorerebbero anche il mercato interno della nostra zootecnia bovina da carne", rileva Barbisan, che si chiede "dobbiamo recarci davanti al ministero a protestare per essere considerati? non chiediamo sussidi, solo strumenti per lavorare". "i nostri 'cugini' francesi hanno da tempo tutti i certificati per esportare in ogni dove (extra-eu), mentre noi siamo nelle mani dei dipendenti del Ministero della salute che, purtroppo, non hanno bene in mente cosa significa fare impresa e fare gli interessi dell'economia italiana", rileva ancora Barbisan.

"Dall'Azerbaijan - fa presente il presidente del consorzio - arrivano manifestazioni d'interesse a commercializzare e noi non possiamo nemmeno avviare un minimo di trattativa perche' non abbiamo i certificati sanitari omologati per esportare. Lo stesso dicasi per la Tunisia". Per Barbisan, e' "un'umiliazione per chi fa impresa".

(Fonte: Agrapress)




ORGANIZZAZIONE PRODUTTORI CARNE PIEMONTE S.C.C. utilizza cookies tecnici e di profilazione e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze.
Continuando a navigare accetti l’utilizzo dei cookies, se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente.

Scopri l'informativa e come negare il consenso. Chiudi
Chiudi
x
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento